Divertiamoci con questi test,  prendendo in esame i telai che vanno per la maggiore tra i giocatori agonisti di fascia media :  ( diciamo quella fascia che va dai 4° fino a metà terza).

Fondamentalmente  esistono due grandi famiglie di telai agonistici ; le profilate, quelle che (in teoria) sono più facili e spingono di più, e quelle a profilo costante o semicostante (profilo più sottile, tendenzialmente più “gnucche”,  ma con maggiore feeling e controllo).

Dopo la disamina della settimana scorsa delle “gnucche” ma giocabili,  prendiamo ad esame le profilate, che indiscutibilmente, in mano a un quarta, spesso evitano  quel 15 a game di errori forzati,  che poi fa la differenza tra vincere e perdere una partita.

Se esaminiamo le caratteristiche dei 5 modelli che vanno per la maggiore, notiamo come le caratteristiche siano molto , ma molto simili : piatto 100, peso 300 grammi, profilo che va da 22 a 26 mm,  reticolo 16 x 19, peso marcato in testa, tanto simili alla progenitrice, ovvero la mitica Babolat Pure Drive, che molti, riferendosi ad altre marche, dicono . “ ah, la pure drive della Wilson”, ecc. ecc. in realtà ci sono differenze anche sostanziali tra un telaio e l’altro, non solo il colore.

Prendiamo in esame i modelli di maggior successo, la mitica Pure Drive,  la Wilson Burn, la Head Extreme MPA , la Pro Kennex Q5 e la Yonex RD 100.

Poche parole per ognuna :

Leader : la Pure Drive in ultima versione è stata cambiata sensibilmente  rispetto alle versioni precedenti, tanto che molti non si sono trovati e hanno preferito le vecchie versioni. Sopratutto per l’allargamento del reticolo delle corde nella parte superiore del telaio , che dovrebbe rendere lo spin ancora più facile ed estremo.

In realtà il telaio è diventato più croccante, sensibile, meno “sparacchione” delle vecchie versioni e personalmente lo preferiamo.

Facile per i quarta alti, potente per tutti, con uno sweet pot ampio, ma la potenza necessita di controllo attraverso le rotazioni, altrimenti rivolgersi altrove.

Tipologia giocatore :  giocatore di tutti i livelli, amante del gioco moderno e delle rotazioni, a rete comunque è più che discreta, mortifera sopra la testa.

Set  up consigliato :  corde di controllo, monofilamento  babolat  blast è un classico, luxilon alupower soft per chi è ha il gomito ballerino.

Tonda : La Head Extreme, pur mantenendo un piatto di 100 sq. ha un disegno del piatto particolarmente arrotondato, che la contraddistingue.

Non è un telaio che ci fa impazzire, la palla esce veloce ma un po’ vuota, il controllo necessita di un set up molto preciso, pena  la palla sui teli, la MPA ha la particolarità di poter inter scambiare i pallet e dunque essere incordata con il tradizionale 16 x 19, oppure un reticolo aperto 16 x 16 a favorire ancora di più le rotazioni.

Date le doti di controllo non eccezionali, è preferibile rimanere sul classico.

Sweet pot ampio, una racchetta che forse da il meglio in mano a un semplice amatore.

Tipologia giocatore : amatore, signora del club, veterano doppista.

Set  up consigliato :   Mono Multi vivace  (Luxilon Element), multifilo confortevole ( Head Reflex).

Novità : Nuovissima la nuova edizione della Q5,  con un look particolarmente azzeccato , nero con inserti color foglia in autunno.

Una profilata che si differenzia dalla cugine, perché ben sopporta, grazie a un bilanciamento non estremo,  il gioco piatto, piuttosto che lo spin estremo.

La palla esce pesante e il controllo è ottimo, piacerà anche a coloro che cercano facilità anche avendo uno stile “old style”.

Finiture e look al top di gamma.

Tipologia giocatore : Per coloro che cercano una profilata non estrema, sweet pot ampio ma controllo, dalla quarta categoria in giù.

Set  up consigliato : corde di controllo non troppo estreme ( Babolat Origin) ibrido ( Head Gravity).

Isometrica : dalla particolare forma Isometrica di Yonex ci si aspetta stabilità e grande sweet pot e cosi è.

Un telaio equilibrato, non difficile, fa tutto bene, tutto da 7 7mezzo, magari niente da 9 ed è per questo che la consigliamo agli agonisti “soft” .

La palla esce veloce, discretamente potente e la Dr 100 asseconda un po’ tutti gli stili di gioco.

Tipologia giocatore : Molto varia, i difensori apprezzeranno la maneggevolezza e la facilità, gli attaccanti la estrema prec isione, i toppatori la propensione allo spin.

Set  up consigliato :  Corde duttili ; Yonex PolyTour Fire, Gosen PolyBreak.

Brutale : La Burn da quello che promette, un cannone.

Palla molto pesante, sweet pot ampio, escono degli autentici missili, dall’altra parte, il controllo è da gestire e bisogna essere ben piantati sulle gambe, pena centrare i teli.

Il peso in testa è importante e bisogna farci l’abitudine, maneggevolezza non eccelsa, buona la facilità, diciamo che non è per i cuori deboli.

Tipologia giocatore : Giocatori moderni che amano tirare forte e sfondare da fondo , non importa sentire la palla, piuttosto maltrattarla a più non posso.

Set Up consigliato : Corde di (molto) controllo , Luxilon Alupower, Solinco Tour Bite.

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

12 + cinque =