“Vedi”, mi disse una volta un ex giocatore atp, “ormai di racchette ne esistono due o tre tipi, il resto è marketing, la differenza vera la fanno le corde”.

Al di la dell’opinione un filo estrema, forse il nostro non aveva tutti i torti, nowdays come dicono gli yankees, cambiare il tipo di corda può radicalmente modificare le prestazioni di un telaio, in bene o in male.

Con questo spirito mi sono accostato alla prova delle nuove head gravity, un peculiare monofilo ibrido , novità di head, che schiera un reparto di ricerca e sviluppo veramente all’avanguardia.

Questo set ibrido, a differenza degli altri , che solitamente accostano un mono a un multi o un mono al classico budello, presenta due corde di base in poliestere.

La verticale ha sezione triangolare è ideata per garantire ottimo grip sulla pallina e generare effetti efficaci, l’orizzontale invece è costruita con una sezione tonda e presenta una superficie molto liscia, per facilitare lo sfregamento  e ottimizzando così la capacità di creare spin.

Al montaggio le corde filano piuttosto bene e non sono particolarmente difficoltose da passare.

Le verticali, calibro 1,25 sono di un piacevole colore perlato, le orizzontali invece sono di calibro 1,20, colore bianco, abbastanza spigolose e sottili al tatto.

In campo la gravity è un armeggio di grande controllo.

L’impatto è leggermente metallico, un po’ meno attutito rispetto a un multifilo classico , decisamente più morbido di un monofilo “cattivo”,  il controllo della palla è ottimo, non si ha mai la sensazione di un effetto trampolino o che la palla scappi via.

Il giocatore che ama imporre il gioco amerà questo armeggio, non è una corda che spinge da sola, il braccio bisogna mettercelo, ma garantisce grandissimo controllo e presa delle rotazioni, soprattutto lo spin, Il back invece esce bene anche se bisogna metterci un po’ di spinta.

Il confort è massimo e anche dopo due ore a condizioni non ideali, campo pesante, palle morbide e bagnate, telaio profilato di grande rigidità, il braccio non ha avuto il minimo scompenso.

In conclusione, la corda ideale per un agonista moderno, anche di livello medio, che ricerca facilità di spin e massimo controllo.

Le caratteristiche tecniche

  • Diametro:Verticali: 17(1.25mm) / Orizzontali: 18(1.20mm)
  • Lunghezza:Verticali: 6,5m / Orizzontali: 5,5m
  • Materialeco-poliestere
  • Colori: bianco / argento

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

5 × uno =